Domande frequenti

Organizzazione

Gaia è una scuola?

Gaia non è una scuola privata bensì un’associazione che offre luoghi per imparare e crescere in un mondo naturale, dove i genitori possono fare partecipare i loro figli al posto di mandarli alla scuola d’infanzia e/o a scuola.

Informazioni dettagliate per quanto riguarda l'iscrizione verranno date durante i colloqui personali con la famiglia interessata.

La scuola elementare di Gaia è in procinto di essere riconosciuta come scuola privata!

Come sono gli orari?

Calendario scolastico
Seguiamo il calendario scolastico anche se ci possono essere dei cambiamenti

Orario settimanale
Lunedì: 07.50 - 14.00 (Pranzo da portare da casa)
Martedì e giovedÌ: 07.50 - 15.00 (Cuciniamo assieme)
Mercoledì e venerdi: 07.50 - 12.30

C'é un'assicurazione per i bambini partecipanti?

Con il pagamento del contributo soci si è automaticamente assicurati di responsabilità civile.

Ci sono voti, esami, compiti per casa?

Vostro*a figlio*aa non verrà valutato*a secondo una serie di prestazioni basate su obiettivi fissati esternamente da raggiungere ad una certa età. Verrà piuttosto fatta una documentazione individuale dello sviluppo nei diversi campi. L’attenzione è sempre rivolta allo sviluppo individuale del/la bambino/a.

In questo senso non ci sono valutazioni e neanche esami. Non vengono assegnati compiti da fare a casa.

E se mio*a figlio*a volesse frequentare una scuola superiore specifica o vorrebbe avere l'esame di maturità?

Per poter frequentare una scuola secondaria riconosciuta è necessario superare l'esame di terza media. Per questo esame, così come per l'esame di maturità, ci si presenta da privatista facendo domanda presso una scuola. Questo può essere fatto per esempio anche un anno prima o più avanti.
Sull'apprendimento ...

Questo progetto è qualcosa per mio*a figlio*a?

Per tuo*a figlio*a sicuramente!
La domanda da fare è piuttosto se è quello che cercate voi come genitori…

In base alle esperienze di noi tutti durante gli anni scolastici tra i 3 e i 18 anni, abbiamo già certe immaginazioni e fisse nella nostra testa, e spesso - senza rendercene conto - confrontiamo lo sviluppo dei nostri figli con il nostro e riflettiamo su di loro le nostre paure, ma anche i nostri desideri.

Può anche essere che non riusciamo ad immaginare che le cose potrebbero essere diverse... Cerchiamo ora per un attimo di non pensare al passato, ai modelli di istruzione che conosciamo, ma di vedere nostro*a figlio*a come è ora, esattamente come è. Proviamo ad immaginare come potrebbe essere il suo sviluppo e apprendimento quotidiano seguendo la sua natura. Dove può sentirsi a proprio agio con se stesso*a così come è, dove il suo desiderio di imparare è pieno di vitalità, dove può sentirsi bene in compagnia degli altri, in modo che possa continuare il suo percorso di vita con radici solide e forti e uno spirito vivo, sicuro delle sue qualità e della forza di seguire ciò che sente nel cuore.

Insieme vogliamo intraprende questa strada per i bambini e le bambine.

Tutti vogliamo che i nostri figli siano felici, ora e per tutta la vita. Crediamo che questo si possa ottenere quando si può essere così come si è, dove ognuno ha un posto prezioso per il bene e per il funzionamento di una comunità.

Quindi questo progetto è qualcosa per voi se…

  • Se siete capaci di lasciare andare le vostre idee, i vostri desideri per il futuro, ma anche le paure e le preoccupazioni che avete riguardo a vostro*a figlio*a.
  • Se volete che vostro*a figlio*a si possa sviluppare seguendo i propri ritmi, secondo il suo intelletto, i suoi interessi e le sue passioni, secondo la sua natura, indipendentemente dalla direzione che vuole prendere.

Quali metodologie vengono utilizzate?

Durante gli anni di studio, formazione e lettura di diversi argomenti inerenti all’istruzione, abbiamo incontrato diverse visioni di come i bambini imparano e crescono. Ognuno parte da un punto di vista diverso, da un punto di partenza diverso.

Abbiamo scoperto - e questa è la cosa più bella - che ognuno usa un vocabolario diverso per spiegare e descrivere le idee, ma alla fine la sostanza, ciò che ognuno ha trovato/accertato, è più o meno la stessa.

Quindi vogliamo concentrarci e spiegare esattamente di cosa si tratta, non tanto con nomi di metodi o scuole specifiche, perché l'attenzione dovrebbe essere sul come e cosa, dove e quando con chi, sull'idea del/la bambino/a che cresce ed impara.

Come può imparare mio figlio in questi luoghi d'apprendimento?

  • seguendo i propri interessi
  • con tutti i sensi, a partire dalla realtà viva e dai materiali che si possono toccare (per poi passare all'astrazione)
  • dalla natura e con la natura
  • in un gruppo di età mista
  • senza competizione, pressione, voti e compiti
  • seguendo il proprio ritmo (che può anche camibare)
  • sperimentando e scoprendo, incontrando problemi e cercando di trovare soluzioni
  • partendo dalle proprie capacità e conoscenze espresse in quel preciso momento
  • nella propria lingua madre (o in una o in un'altra lingua della propria valle) e in un ambiente trilingue con un insegnamento linguistico integrato (ed esperienza di utilizzo dell'inglese fin dall'inizio)
  • facendo esperienze reali con compagni, amici e da soli, sia all'interno che all'esterno
  • imparando da e con gli altri
  • con un'adeguato accompagnamento rivolto verso i bisogni individuali
  • in un'atmosfera di accettazione e apprezzamento, l’uno con l’altro e l'uno dall’altro.

Che cosà può imparare mio figlio?

Impariamo con la sensazione che la scuola è la vita e meno una preparazione alla vita. Così ci occupiamo di tutto ciò che é “conoscenza”, della sfera delle emozioni e della convivenza e infine di tutto ciò che è vita pratica. In questo modo i bambini vengono costantemente stimolati ispirati ad affrontare diversi argomenti, sostenuti nella scoperta del loro ambiente secondo il loro stadio di sviluppo, e si approfondiscono quei rami (argomenti) in cui manifestano maggiore interesse.

Ecco alcuni esempi di argomenti che trovano spazio e le opportunità che vengono offerte per le esperienze:

amore per se stessi, benessere in un gruppo, cura e salute, fiducia in se stessi, elementi di relazioni interpersonali ben funzionanti, abilità cognitive come leggere e scrivere, aritmetica, parlare con sicurezza in diverse lingue, musica, arte, lavoro manuale (hands-on), giardinaggio,occuparsi delle cose basilari di vita, alimentazione consapevole, mantenere e rafforzare i legami con la natura, buon senso nel trattare con la tecnologia, risoluzione pacifica dei conflitti, onestà e senso di responsabilità, formare opinioni, sentire gratitudine (riconoscenza), empatia e tanto altro ....

Ringraziamo per il sostegno!

Qui si potrebbe vedere anche il TUO logo!
Gaia riesce a operare grazie ai tanti soci sostenitori. Grazie di cuore, ogni aiuto è per noi di essenziale importanza!
GAIA
Associazione di ricerca e formazione per l’arte del vivere e apprendimento naturale per lo sviluppo del potenziale creativo
 

Gaia è un’associazione di pubblica utilità

IBAN: IT41O0823858890000300053520

Per ragioni di migliore leggibilità, l’uso simultaneo delle forme linguistiche maschile e femminile è per lo più evitato. Le denominazioni si applicano allo stesso modo a tutti i sessi.

GAIA
Associazione di ricerca e formazione per l’arte del vivere e l’apprendimento  naturale per lo sviluppo del potenziale creativo

Gaia è un’associazione di pubblica utilità

IBAN: IT 41O0823858890000300053520

Per ragioni di migliore leggibilità, l’uso simultaneo delle forme linguistiche maschile e femminile è per lo più evitato. Le denominazioni si applicano allo stesso modo a tutti i sessi.